contatti   |

 

-

A2A è consapevole che erogare servizi di primaria necessità e insediare impianti industriali sul territorio comporta una grande responsabilità e richiede un dialogo continuo con i propri stakeholder.
Per questo le scelte sistemiche, che in alcuni casi hanno rappresentato pietre miliari dello sviluppo economico e sociale lombardo del XX secolo, come lo sviluppo dell’idroelettrico in Valtellina, la metanizzazione, la cogenerazione e il teleriscaldamento, l’avvio della termovalorizzazione dei rifiuti, sono nate dalla condivisione di una visione di lungo periodo con le istituzioni e le comunità interessate.
Favorire la comunicazione rendendo fluido lo scambio di informazioni e trasparente il rapporto con le istituzioni, le comunità e le autorità è un preciso intento di tutte le società del Gruppo.
L’espansione a livello nazionale e internazionale, cresciuta negli ultimi anni, ha portato ad esportare questo impegno oltre i confini storici, puntando ovunque sul dialogo, sulla trasparenza, sull’attenzione e sul rispetto delle esigenze delle comunità e delle amministrazioni locali.
Da questo stesso spirito traggono origine i numerosi interventi del Gruppo a sostegno di iniziative territoriali di interesse sociale, sportivo e culturale.

Il dialogo costante con le istituzioni è per A2A un requisito basilare per poter cogliere e rispettare le esigenze delle comunità e migliorare costantemente la qualità dei servizi, anche sotto il profilo ambientale ed energetico. I rapporti tra il Gruppo A2A e le istituzioni nazionali, sovranazionali e locali sono improntati alla massima trasparenza e correttezza e ad uno spirito di massima collaborazione. Il Codice Etico di Gruppo A2A vieta esplicitamente di influenzare l’attività di pubblici ufficiali, sottolineando che “tali prescrizioni non possono essere eluse ricorrendo a forme diverse di contribuzioni che, sotto veste di sponsorizzazioni, incarichi e consulenze, pubblicità, ecc. abbiano le stesse finalità”.
A livello nazionale e sovranazionale A2A presidia in maniera continuativa, anche attraverso la sua Direzione Rapporti Istituzionali di Roma, le attività legislative, regolatorie e autorizzative, impegnandosi a fornire un costruttivo supporto all’evoluzione degli scenari normativi di settore. In quest’ottica, nel 2011 ha assunto rilievo il lavoro effettuato sui dossier relativi al Decreto Legislativo sulle fonti rinnovabili e alla proposta di Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio sull’efficienza energetica.
A tal riguardo il vertice di A2A è intervenuto nel corso del 2011 presso la Commissione Industria del Senato nell’ambito dell’apposita indagine conoscitiva e il documento presentato da A2A è disponibile sul sito del Senato. Infine, uno specifico apporto è stato fornito al Governo da parte di A2A, in cooperazione con tutti gli operatori interessati, sul tema delle “modalità e criteri di gara per le concessioni idroelettriche”.
Un importante obiettivo è stato anche quello di valorizzare presso le istituzioni la percezione del ruolo strategico che A2A può rivestire nel generare valore nel sistema energetico italiano, sia nel contesto nazionale sia all’interno del più vasto mercato europeo e mediterraneo.
Gli enti locali sono un riferimento essenziale per A2A, sia per la loro molteplicità di ruolo - sono infatti azionisti, enti concedenti, soggetti che rilasciano autorizzazioni - sia per il fatto che rappresentano le comunità che corrispondono ai cittadini serviti da A2A. Per i contratti di servizio, A2A presta molta attenzione al principio di uguaglianza tra committenti e concedenti, senza che la dimensione, la natura di socio, i vincoli di mantenimento e sviluppo delle infrastrutture possano condizionare gli adempimenti concordati.
Quale canale permanente di comunicazione con gli enti, le istituzioni e le autorità locali, anche nel 2011 è continuata la pubblicazione di “Energia in Comune”, la rivista del Gruppo A2A nata nel 2009, dedicata ai temi dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile, diffusa a circa 2.500 destinatari fra amministratori, manager pubblici e tecnici di enti territoriali e associazioni.

 

  • a partire dal 2011 A2A ha dato a tutti la possibilità di ricevere la versione elettronica della rivista “Energia in Comune” registrandosi sul sito www.a2a.eu.

Gli enti locali sono anche il partner privilegiato per molteplici progetti orientati su obiettivi comuni di carattere ambientale e sociale, volti in particolare a promuovere presso i cittadini comportamenti ecosostenibili.

Riduciamo i rifiuti in città

Dopo il successo delle prime sei azioni sperimentate nel biennio 2010-11, la società ambientale Aprica ha rinnovato il suo impegno, condiviso con la Regione Lombardia e il Comune di Brescia, per testare iniziative volte a favorire la riduzione del volume di rifiuti prodotti. Brescia è stata scelta come città campione per cinque nuovi azioni:

Promozione di prodotti con imballo ridotto Accordi con la Grande Distribuzione Organizzata (GDO ) per promuovere prodotti che utilizzino imballi ecosostenibili, con particolare attenzione alla riduzione del peso, secondo una lista di prodotti individuata dal CONAI-Consorzio Nazionale Imballaggi. 
Riduzione della pubblicità in cassetta postale Adesivo da esporre sulla propria cassetta postale indicante che la pubblicità non è gradita. La pubblicità cartacea sarà ospitata in appositi espositori collocati in luoghi pubblici e saranno pubblicizzati i siti internet sui quali già oggi sono consultabili i volantini delle promozioni commerciali in formato elettronico.
Acquisto di prodotti alimentari in filiera corta La filiera corta si realizza quando il produttore vende i propri prodotti direttamente al consumatore senza passaggi intermedi. Spesso ciò è anche a Km zero, quando i produttori sono locali. Accordi con le associazioni dei produttori per l’introduzione di imballaggi riutilizzabili permetteranno di ridurre anche i rifiuti prodotti.
Minore consumo di carta negli uffici pubblici e privati Il progetto prevede di analizzare alcuni ambiti lavorativi (individuati negli uffici di: Vigili Urbani di Brescia, Aprica e alcuni di un’azienda del Gruppo Percassi di Bergamo) dove implementare buone pratiche volte a minimizzare il consumo di carta e di cancelleria. 
Incentivazione dell’uso di acqua di rubinetto presso mense e ristoranti Il progetto mira a promuovere il consumo dell’acqua del rubinetto presso le mense ed i ristoranti che aderiranno. Gli esercizi si doteranno di macchinette per il trattamento dell’acqua del rubinetto, per poter offrire acqua raffrescata e/o addizionata con anidride carbonica. Oltre a ridurre i rifiuti (bottiglie in vetro e/o plastica) presso gli esercizi aderenti, il progetto potrà promuovere il consumo dell’acqua del rubinetto anche in casa. 

 

Aprica e Comune di Bergamo per migliorare la raccolta differenziata del vetro

Aprica ha avviato nel 2011, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Bergamo, una nuova campagna di comunicazione mirata al miglioramento della raccolta differenziata del vetro. Il messaggio sottolinea i vantaggi economici per i cittadini, sotto forma di possibile contenimento della tassa rifiuti, oltre che i vantaggi ambientali connessi ad una maggior attenzione alla raccolta differenziata.
Le analisi svolte dopo la campagna per verificarne gli esiti hanno confermato un miglioramento della qualità complessiva del vetro raccolto, tale da farlo rientrare nella fascia di qualità superiore, con vantaggio economico per l’Amministrazione Comunale di Bergamo e quindi per gli stessi cittadini.

Le associazioni di settore

A2A è associata a Confindustria, il principale organismo italiano di rappresentanza degli interessi delle imprese, all’interno della quale aderisce ad Assoelettrica, l’Associazione delle Imprese Elettriche che riunisce circa 120 imprese nazionale del settore. Nel 2011 il Presidente del Consiglio di Gestione di A2A ha ricoperto la carica di Presidente di Assoelettrica.
A2A partecipa attivamente con incarichi di responsabilità anche in:

  • Federutility - Federazione delle Imprese Energetiche e Idriche, che riunisce oltre 450 aziende di servizi pubblici locali;

  • Federambiente - Federazione Italiana Servizi Pubblici Igiene Ambientale, che riunisce oltre 210 imprese, aziende e consorzi che operano nel settore;

  • AIRU - Associazione Italiana Riscaldamento Urbano, che rappresenta gli operatori del settore dei sistemi di riscaldamento urbano da centrali cogenerative di elettricità e calore, alimentate da combustibili tradizionali e fonti rinnovabili.

  • ASSOCARBONI - Associazione che rappresenta oltre 90 aziende fra produttori di energia elettrica, importatori, rappresentanti di società estere, commercianti, utilizzatori, costruttori di impianti, ecc. nel settore della movimentazione e dell’utilizzo del carbone.

La controllata Ecodeco è associata a: FISE - Federazione Imprese di Servizi; FEAD - Fédération Européenne des Activités de la Dépollution et de l’Environnement; C.I.C. - Consorzio Italiano Compostatori; EFRA; CEWEP - Confederation of European Waste-to-Energy Plants.
Nell’ambito del rapporto con le associazioni di categoria, il Direttore Generale dell’Area Tecnico- Operativa di A2A S.p.A. è stato nominato a guidare per i prossimi tre anni il CIG - Comitato Italiano Gas, l’ente federato UNI deputato alla normazione tecnica per i gas combustibili in Italia.
Anche in Francia, attraverso Coriance, A2A ha creato gruppi di lavoro con associazioni quali: AMORCE - Association nationale des collectivités, des associations et des entreprises pour la gestion des déchets, de l’énergie et des réseaux de chaleur; ATEE – Association Technique Energie Environnement ; FEDENE – Fédération des services énergie environnement ; CIBE – Comité Interprofessionel du Bois Energie ; Via Sèva – Association des promotion des réseaux de chaleur et de froid. Per il quadriennio 2009-2012 A2A presiede il Comitato Distribuzione dell’International Gas Union, la più importante associazione del settore gas a livello internazionale.

A2A e Ordine Commercialisti promuovono la sostenibilità nelle imprese

Nel 2011 A2A ha aderito alla proposta della Commissione Bilancio Sociale dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Milano di partecipare ad un tavolo di lavoro congiunto con altre imprese (Hera, ASA, Iren) per definire delle linee guida specifiche per la redazione di Bilanci di Sostenibilità nel settore delle utility (gas, energia, calore, acqua, rifiuti, illuminazione pubblica).
Lo studio ha preso riferimento principi e contenuti della rendicontazione sociale attinti da linee guida ufficiali (GRI, GBS, CSR), da norme di legge e da altre disposizioni cogenti, da indicatori specifici adottati dalle Aziende e da indicatori suggeriti dalla Commissione. L’elaborato finale è stato presentato in un workshop a Milano nel 2012 con l’obiettivo di promuovere la diffusione della cultura della sostenibilità nelle piccole e media imprese, avvicinare gli associati a questa tematica e preparare i commercialisti ad assumere un ruolo professionale rilevante anche nella rendicontazione ambientale e sociale delle aziende assistite.

Modelli di governance innovativi nelle metropoli europee

A2A ha partecipato nell’ottobre del 2011 ai lavori del workshop internazionale “Metropoli, istruzioni per l’uso: le strategie e gli strumenti di governance innovativi in Europa”, nell’ambito del Congresso delle imprese pubbliche locali francesi, rappresentate dagli oltre 1900 dirigenti, amministratori pubblici, partner e stakeholder convenuti a Tours. Sono state messe a confronto le esperienze di quattro grandi città europee Grenoble, Amburgo, Stoccolma e Milano. Se a Grenoble gli orientamento strategici del Comune vengono trasmessi alle imprese pubbliche locali da un comitato di controllo esterno che redige dei piani di indirizzo e coordinamento, il Comune di Amburgo ha affidato direttamente ad una azienda pubblica controllata al 100% la gestione dei rifiuti, seguendo un modello di governance ispirato alla legge regionale. La città di Stoccolma ha invece seguito il modello della holding centralizzata che da ormai venti anni controlla 18 imprese pubbliche locali che complessivamente raggiungono 1,3 miliardi di euro di volume di affari. In questa quadro A2A si è connotata come l’impresa che è più cresciuta negli ultimi anni attraverso aggregazioni e fusioni, stimolata da una competizione internazionale sempre più forte a causa della liberalizzazione del mercato energetico italiano. Un soggetto, quotato in borsa e attivo sui mercati internazionali, che, attraverso una governance complessa come quella dualistica, si è sforzato di mantenere un modello di sviluppo coerente con il radicamento nei territori di riferimento.

Le Autorità del settore energia

Le società del Gruppo A2A operano in settori fortemente regolamentati, il cui contesto normativo e regolatorio è in costante evoluzione, soprattutto per quanto riguarda l’energia elettrica e il gas naturale, ma anche la gestione del ciclo idrico e i servizi ambientali.

Il Gruppo adotta politiche di monitoraggio e gestione del rischio normativo, al fine di mitigarne, per quanto possibile, gli effetti, attraverso un presidio articolato su più livelli, che prevede il dialogo collaborativo con le istituzioni e con gli organismi di governo e regolazione del settore, la partecipazione attiva ad associazioni di categoria ed a gruppi di lavoro istituiti presso gli stessi enti, nonché l’esame delle evoluzioni normative e dei provvedimenti dell’Autorità di settore.

A2A intrattiene in particolare rapporti continuativi con le Autorità di Regolamentazione (Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas) e di Concorrenza (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato).

Le Associazioni dei consumatori e le confederazioni d’impresa

Le Associazioni dei consumatori sono imprescindibili interlocutori con cui il Gruppo A2A intrattiene da sempre costanti e costruttive relazioni, che si traducono in interventi di reciproca utilità a tutela di clienti, consumatori e cittadini quali, ad esempio:

  • accoglimento di pratiche, segnalazioni e reclami, a cui si dà seguito con verifiche interne, ricerca di congrue soluzioni ai problemi segnalati e successivo monitoraggio degli stessi;

  • supporto nel fornire dati e informazioni su azioni commerciali o operative di specifico interesse per clienti consumatori quali, ad esempio: bonus economico, tariffa igiene ambientale (TIA), tariffe idriche, azioni collettive, carta dei servizi, ecc.;

  • verifica incrociata di eventuali notizie e segnalazioni di interesse riportate dai media;

  • incontri periodici su tematiche specifiche;

  • presentazioni in anteprima di iniziative del Gruppo destinate ai clienti consumatori;

  • partecipazione a seminari, convegni, workshop promossi dalle singole Associazioni o dal Consumers’ Forum su tematiche collegate al consumerismo (class action, conciliazione, ecc.).

In particolare, nel 2011 si sono avviate in accordo con le Associazioni alcune iniziative di particolare interesse per la tutela dei consumatori:

  • Progetti e accordi in merito a pratiche commerciali scorrette. (si veda il protocollo d’intesa a pag. 110);

  • “Guida alla lettura della bolletta” (si veda il tavolo di lavoro a pag. 106);

  • Protocollo di conciliazione con le Confederazioni d’impresa.

Nel corso dell’anno sono stati inoltre attivati alcuni tavoli di lavoro finalizzati alla tutela dei consumatori, ai quali A2A ha aderito:

  • Tavolo Aziende, costituito dalle principali società energetiche nazionali (Eni, Enel, Edison, Sorgenia, A2A, Acea), ha realizzato e proposto un protocollo unico di conciliazione nazionale presentandolo in seduta plenaria ai presidenti delle Associazioni dei consumatori e ha proposto un modello di report unico sulle conciliazioni presentandolo all’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas;

  • Tavolo Federutility, costituito per i rapporti con le Associazioni dei consumatori con l’obiettivo di trovare soluzioni per un protocollo unico delle aziende associate;

  • Tavolo Comune di Milano - Amsa, per la redazione della Carta dei Servizi pubblicata entro il 2011 come previsto dalla Legge Finanziaria 2008;

  • Tavolo Comune di Bergamo - Aprica, aperto nel 2011 è tuttora in corso per la condivisione e redazione della Carta dei servizi di Aprica per Bergamo;

  • Tavolo Regione Lombardia - Associazioni dei Consumatori, per l’avvio del progetto “Bolletta trasparente del servizio idrico”.

Le Associazioni ambientaliste

L’attività svolta dal Gruppo A2A attraverso le sue società non può prescindere dall’esistenza di un sistema di relazioni con le Associazioni ambientaliste, che rappresentano un punto di riferimento per le tematiche di miglioramento dell’impatto ambientale dei servizi e per le iniziative di sensibilizzazione dell’opinione pubblica verso l’adozione di stili di vita ecosostenibili.
Da tempo esistono consolidate relazioni con le principali Associazioni nazionali, con le quali A2A collabora per la promozione di eventi e iniziative di comune interesse. Nel 2011 il dialogo si è esteso ad alcune Associazioni ambientaliste e ai Comitati territoriali nell’area campana che, per la prima volta da quando Partenope Ambiente ha preso in carico la gestione del termovalorizzatore di Acerra (Napoli), sono stati invitati a visitare l’impianto ed a partecipare a due incontri finalizzati a presentare i risultati della gestione dell’impianto stesso.
A livello territoriale sono stati svariati i progetti svolti da società del Gruppo in partnership con Associazioni ambientaliste:

 

  • Amsa ha aderito alla manifestazione di volontariato “Puliamo il Mondo”, organizzata da Legambiente per mettere in campo azioni di pulizia e di recupero ambientale di zone centrali e periferiche di Milano;
  • Aprica ha partecipato all’iniziativa di Legambiente Lombardia “S...cambio di stagione”, mercatino di libero scambio di oggetti usati divenuto ormai un appuntamento fisso a Brescia;

  • A2A ha affidato in comodato d’uso al circolo Legambiente Media Valtellina il bosco ai margini dell’invaso e la vecchia casa del custode nell’area naturalistica “Le Piane”, a Lovero (Sondrio), per garantire la conservazione e la riqualificazione dei diversi ecosistemi, canneti, prati allagati, cariceti, stagni, acque correnti e boscaglie. L’area si estende per una superficie di 37.000 mq e presenta una notevole varietà floristica, sia nella fascia asciutta che in quella acquatica, oltre ad alcune importanti specie di uccelli palustri. Grazie ad un accordo recentemente siglato con l’Associazione Passi e Crinali in questo Centro sarà possibile ai ragazzi praticare la ippoterapia.

A2A ha inoltre partecipato alla conferenza nazionale sull’efficienza energetica “sfruttare la miniera del calore”. La manifestazione giunta alla sua terza edizione, fa parte della campagna “Efficienza Italia” degli Amici della Terra e si propone di far diventare il tema dell’efficienza energetica una delle priorità nazionali in quanto la riduzione dei consumi energetici, a parità di produttività, comporterebbe una maggiore competitività dell’industria italiana associata ad una diminuzione dell’inquinamento atmosferico e dei gas serra.